Cielo di novembre

Alzai gli occhi verso il cielo
ed il sole mi guardò in silenzio
Non disse nulla
eppure mi scaldò le ossa, e la pelle
Non vi è nulla come il silenzio
nemmeno le parole,
vuote, che risuonano ovunque
e le promesse,
infrante, che volano come foglie

C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *