Famiglia

C’era la sera nell’aria di casa
il profumo della cena

C’era da quando sono arrivata
a quando sono partita

Ogni volta ritorno,
e lo ritrovo dov’era

Le lacrime mi bruciano gli occhi
e ritornano alla mia mente i ricordi

L’infanzia è andata, i muri sono caduti
il divano ha cambiato pareti
i passi diminuiscono, gli uccelli crescono

Gli anni bruciano il tempo
sta a noi trarne il meglio

Famiglia sei,
Famiglia resterai

Famiglia mia
mai mi perderai

 

C.

Cielo di novembre

Alzai gli occhi verso il cielo
ed il sole mi guardò in silenzio
Non disse nulla
eppure mi scaldò le ossa, e la pelle
Non vi è nulla come il silenzio
nemmeno le parole,
vuote, che risuonano ovunque
e le promesse,
infrante, che volano come foglie

C.